Dolce dormire…sui mezzi di trasporto

13/04/2017 ore 23.00 circa

Credo di appartenere alla specie “homo (non molto) sapiens dormens (sui mezzi di trasporto)”.  Ho dunque un sonno di natura piuttosto pesante. Non chiedetemi ad esempio se la notte scorsa ho sentito la tormenta, il terremoto o l’atterraggio d’emergenza di un A380 dietro casa. No, non ho sentito! 

Dunque… i mezzi di trasporto conciliano molto. 

Nella mia classifica dei più soporiferi al primo posto metto proprio l’aereo: mentre in tutto il mondo migliaia di persone assumono ansiolitici prima di partire, io riesco a schiacciare un pisolino già in fase di rullaggio. 

Al secondo posto, la nave. Che sia un traghetto sul canale della Manica o una nave da crociera, quando distribuiscono i sacchetti per il mal di mare io sono già in cabina, pigiama, occhi a fessura, sbadiglio.

Al terzo posto metto l’autobus, ma solo se Maritino non inizia a borbottare l’inevitabile incapacità del conducente strattonandomi ” Ma hai visto come è passato vicino allo strapiombo? Ma che fai, dormi!?!” 

Quarto posto: l’auto. Durante la mia infanzia sono stata forgiata da migliaia di curve di montagna percorse sul retro di una vecchia 127 guidata dal mio babbo che aveva sempre parecchia fretta. 

Se mi rapissero, riuscirei a dormire anche nel bagagliaio di un’auto o in una navicella spaziale. Dipende da chi mi rapisce

A proposito…sono in una nave, al largo di qualche isole che non so e non si vede.   È ora della nanna: buona notte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...