Ritorno a Lampedusa, prima parte: alla riscoperta dell’isola

Sono ritornata a Lampedusa sabato scorso, 12 giugno 2017, dopo quasi vent’anni. Ho deciso di riscoprire questo estremo Sud dell’Europa insieme a Maritino. Vorrei ritrovarla un po’ cambiata, ma sempre meravigliosa, come la conservo gelosamente nei miei ricordi . Questa volta vengo come semplice turista. Oggi sono una donna con una soddisfacente vita professionale, senza particolari problemi familiari o economici. Porto con me un bagaglio strapieno di viaggi ed esperienze intorno al mondo. Quello con i miei vestiti invece è rimasto a Catania, causa transito troppo stretto tra un volo e l’altro. Ho preso un volo Alitalia operato da Etihad, la compagnia che mi porta spesso ad Abu Dhabi. Sono “armata” di reflex digitale e di smartphone. Ho cominciato a scrivere un blog di viaggi e i miei hobby sono scrivere racconti e andare in bicicletta. 

Durante la mia prima permanenza su quest’isola invece, ero una giovane studentessa con più problemi familiari che soldi. Avevo preso un volo Airone da Torino via Palermo per trascorrere un po’ di tempo con il mio ex fidanzato, figlio di una lampedusana. Ho pochissime foto di quell’esperienza indimenticabile, perché era l’epoca dei rullini e costava parecchio far sviluppare le fotografie. Ho vissuto da lampedusana tra i lampedusani. Ho potuto conoscerne mentalità e abitudini, apprezzarne la cordialità, il modo semplice e genuino di vivere.

In breve, i cambiamenti che ho notato subito durante questi primi giorni da turista sono: il nuovo e moderno aeroporto, i ristoranti con vista sulle calette, oggi ben attrezzate con sedie a sdraio ed ombrelloni.

Mi sembra anche che le strutture ricettive siano aumentate di numero e qualità, quelle esistenti rimodernate, ampliate e migliorate.

Cosa è rimasto invariato? La bellezza unica della natura, la semplicità della vita isolana, la bontà del cibo ( che merita un articolo a parte), le poche strade scarsamente manutenute, lo sfrecciare dei motorini giorno e notte, i relitti di imbarcazioni usate per le traversate della speranza, gli avvistamenti di Claudio Baglioni in giro per l’isola ( è proprietario di una bella casa), il sindaco Martello ( che si é ripreso il posto che aveva dovuto cedere alla Nicolini)

( Nella foto Cala Pulcino)

Ora vado a farmi un giro in bicicletta. Vi racconterò altro appena riprendo fiato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...