Ritorno a Lampedusa,terza parte: riflessioni sulla storia

Quest’isola, da quando l’uomo ha messo piede su di essa circa 7000 anni fa fino ad oggi, é stata un crocrevia di popoli e lo scenario di naufragi, razzie e conflitti. Di qui sono passati Fenici, Romani, Greci, Arabi, crociati, pirati, navigatori, soldati, santi, scrittori, pescatori e cantanti. Doveva essere molto diversa da come appare oggi, cioè 20 kmq di terra semidesertica e rocciosa. Un tempo infatti c’erano boschi popolati da selvaggina, frutteti e persino un castello fortificato. Osservando i relitti delle imbarcazioni dei migranti, abbandonati in uno spiazzo di fronte al porto, rifletto sul fatto che la storia sembra riproporsi ciclicamente: altri viaggi, altre speranze, altri naufragi. 

C’è chi dichiara che non verrebbe in vacanza qui. Un vero peccato. Ci si perde solo un’occasione di comprendere il cuore degli uomini. Qui batte forte e vola alto, come le ali dei gabbiani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...