Solo un’orchidea sopravvive ai miei viaggi

Sono seduta qui dentro, ho poco tempo e molta strada da fare. Ho molto da raccontare ma ho le parole contate come i minuti prima di fuggire. Sono nel mio rifugio, il luogo dove sincronizzo mente e corpo.  Sulla lavatrice c’è una piccola radio, attorno al lavabo piccoli oggetti comprati durante i miei viaggi. Sul davanzale sopravvivono alcune orchidee. Le loro radici fuoriescono dal vaso come in un disperato tentativo di fuga. Questi fiori mi rappresentano. Fiorisco nella terra dalla quale fuggo.   Parto, ritorno e rimango continuamente. Vi racconto allora della mia terra e dei miei tantissimi viaggi intorno al mondo. Vi racconto della mia vita “part-time” alle Seychelles. Sullo sgabello tra la doccia ed il wc salgono e scendono, uno sopra l’altro, libri, quaderni e diari. Leggo, scrivo, rimango, fuggo. Ho terminato il rotolo del tempo. Domani potrei scrivere da un altro bagno, dalla parte opposta del mondo, chissà…


Annunci